Image Alt

San Rocco e San Sebastiano

I Santi sono entrambi colti frontalmente e raffigurati di tre quarti.
L’immagine di San Rocco – che si staglia sul fondo azzurro del cielo e di un paesaggio montano – segue l’iconografia classica: cappello e bastone da pellegrino, corto mantello di un verde chiaro con ampio colletto chiuso al centro da un bottone, un lembo rovesciato sulla spalla sinistra, indossato su di una veste con cangiantismi dal bianco al rosa pallido ed una sottostante camicia bianca, che il Santo sposta per mostrare la gamba piagata. Tutta la figura è improntata ad una sobria cifra stilistica, riscontrabile nei panneggi essenziali e nei colori tenui della tavolozza, in tono con la dignitosa accettazione della propria sofferenza, resa palese dallo sguardo rassegnato che trapela dagli occhi volti verso il basso, la fronte corrugata ed i capelli corti e scomposti.
L’altra tavola mostra il giovane San Sebastiano con le robuste braccia legate dietro la schiena ed il corpo possente modellato dal’uso sapiente della luce che riverbera nella parte centrale del busto. Il Santo mostra una bella, fluente capigliatura dai toni rossicci con riccioli inanellati che scendono morbidamente sul collo e sugli omeri; il volto, lievemente flesso verso sinistra, mostra un’ampia fronte senza increspature, naso diritto a dividere gli occhi intrisi di dolce malinconia, accentuata dalla piega della bocca, con le labbra appena dischiuse.
L’umanizzazione dei due Santi, l’evidenziazione dei loro sentimenti, fanno attribuire le due tavole in esame ai primi decenni del ‘500 e ne indicano l’origine centroitaliana. I paesaggi azzurrini dello sfondo ed un certo spontaneo e partecipato misticismo le riportano verso l’Umbria, in ambito peruginesco; in particolare, ci sembra di poter cogliere talune somiglianze con i Personaggi della Pala di Ognissanti dipinta nel 1506 da Giannicola di Paolo (Perugia, 1462 – 1544) e conservata presso la Galleria Nazionale dell’Umbria, segnatamente nell’impostazione della figura di San Sebastiano e nel modo di condurne il perizoma e fra il volto del nostro San Rocco e quello del San Pietro della succitata pala.

Italia centrale – Primi decenni del XVI sec.
Olio su tavola (43 x 25 cm – 43,4 x 25 cm)