Image Alt

Piccolo leone

Il felino è raffigurato accucciato, con la testa sollevata e volta a sinistra, la bocca chiusa ed un’espressione tranquilla nello sguardo. La belva è resa con grande naturalezza, soprattutto nella folta criniera vermicolata che scende dalla fronte a ricoprirgli le spalle e nei possenti arti posteriori, sino ad arrivare alla rappresentazione del sesso fra gli stessi.
Il tassello pentagonale sul dorso (cui corrisponde un foro circolare più piccolo sul ventre) indica che il nostro leone fungeva da base ad un candeliere o, più probabilmente, ad un reliquiario (lo sguardo pacato della belva potrebbe alludere alla forza tranquillamente consapevole con la quale la Chiesa difende i propri fedeli).
Il modo di rendere la criniera, il notevole spessore delle pareti metalliche ed in generale la grande naturalezza con cui è reso il leone, fanno attribuire il nostro bel bronzo ad artefice d’Oltralpe, forse francese, operante ancora all’interno del XV secolo.

Piccolo leone
Francia (?) – XV sec.
Bronzo dorato (5,5 x 12,5 cm)