Image Alt

Fibula da cintura

Il manufatto consta di due sezioni, una mobile, di forma ovoidale dotata di un robusto ardiglione e l’altra rettangolare. Quest’ultima mostra una riserva centrale in pietra dura chiara (probabilmente onice) contenente una croce con i bracci che si rastremano verso il centro. La riserva è circondata da una cornice decorata con cristalli di rocca ed altre pietre.
Una piccola didascalia posta sul retro reca l’indicazione in inglese “Visigothic, 6th century A.D.”, attribuzione del tutto condivisibile. In effetti, i materiali impiegati ed il senso del colore sono tipiche manifestazioni della cultura dei popoli di origine barbarica che con le loro emigrazioni determinarono la caduta dell’Impero Romano d’Occidente nel V secolo D.C.
In particolare, i Visigoti, originari della Scandinavia, vagarono parecchio per l’Europa: Italia (nel 410 saccheggiarono Roma), Francia, Gallia e Spagna dove rimasero fino all’inizio dell’ottavo secolo, quando furono cacciati dagli Arabi (711 D.C.). Nel 587 della nostra era i Visigoti abbandonarono il credo ariano per convertirsi al cattolicesimo, riconoscendo l’autorità dei vescovi romani; è quindi probabile che in tale clima religioso sia da ricondurre la nostra fibula ornata con la croce.

Fibula da cintura
Area Visigota
VI-VII secolo
Bronzo e pietre dure
Lunghezza 8,5 cm